tarli grandi

Tarli grandi, come risolvere definitivamente l’infestazione e godersi in santa pace la propria casa

Avere un’infestazione da tarli grandi nella propria abitazione può essere una vera seccatura. Come ci ha raccontato Susy, durante una telefonata al nostro numero verde nazionale.

Nel corso della telefonata, Susy ci ha detto di essersi da poco trasferita in un casale ristrutturato in campagna. Casale immerso nel verde e con delle bellissime travi antiche sul soffitto. Un sogno, vero?

La signora ci ha raccontato di aver notato dopo qualche settimana degli accumuli di una fine polverina sul pavimento e dei buchi piuttosto evidenti sulle travi. Se vuoi scoprire come distinguere un foro recente da un più vecchio clicca QUI.

Nel corso della telefonata è venuto fuori anche un dato che ci ha portato fortemente a sospettare quale fosse il problema. Ci ha raccontato che il suo sonno veniva disturbato da un rumore intermittente, soprattutto evidente di notte.

Grazie a queste preziose informazioni siamo giunti alla conclusione che nel casale della signora Susy molto probabilmente, fosse in atto un’infestazione da tarli grandi in piena regola.

Fig. 1: Esemplare adulto di Trichoferus holosericeus (Coleoptera: Cerambicidae).
Tarli grandi

I tarli grandi, anche conosciuti come cerambicidi (Fig. 1), attaccano le strutture lignee e per questo sono detti insetti xilofagi. In particolare nella loro forma larvale, stadio vitale immaturo, scavano gallerie in profondità nel legno di cui si nutrono.

Le larve dei tarli grandi, al termine del loro sviluppo, si impupano nei pressi della superficie del legno. Gli adulti fuoriescono dal legno infestato praticando dei fori, ben visibili anche da un occhio inesperto, detti “fori di sfarfallamento”.

All’esterno gli adulti si accoppiano e le femmine depongono le uova nelle fessure del legno, dando inizio ad un nuovo ciclo. Il ciclo vitale dei tarli grandi può durare addirittura 10 anni!

Come accennavo poco fa, i fori che si vedono nel legno, sono fori di uscita dai quali il tarlo oramai è uscito. Siringare i fori per uccidere i tarli quindi è pura utopia.

Se vuoi vedere come è fatto un tarlo grande e i danni che provoca ti consiglio di guardare il video qui sotto.

Anche utilizzare insetticidi è un’idea che lascia il tempo che trova, la larva del tarlo infatti continuerà a mangiare beatamente, protetta dal suo impenetrabile scudo di legno. L’unico risultato che si ottiene in questo caso è buttare i propri soldi per intossicare noi e la nostra famiglia.

L’unico modo per liberarsi definitivamente dei tarli grandi è quello di avvalersi di una strumentazione professionale, come il nostro DAS.

Il rilevatore acustico DAS

Il DAS è un rilevatore acustico in grado di farci percepire i rumori prodotti dai tarli grandi e di farci stabilire con precisioni quante e quali travi siano da trattare. Effettuare una “mappatura” dell’infestazione ci consente di

  • Emettere un preventivo PRECISO per la disinfestazione;
  • Effettuare un trattamento MIRATO, solo sulle travi che necessitano di intervento;
  • NON PERDERE TEMPO con trattamenti inutili, lasciando progredire l’infestazione;

L’utilizzo di un protocollo operativo ben preciso composto di una prima mappatura dell’infestazione e l’utilizzo di sistemi ECOLOGICI e ATOSSICI per la disinfestazione consente di:

  • Risolvere l’infestazione in modo efficace
  • Rilasciare una garanzia di 3 anni sul nostro lavoro

Se desideri ulteriori informazioni sui tarli, scarica la nostra GUIDA GRATUITA.

Se come la signora Susy, desideri rivolgerti a noi per liberarti dei tarli grandi Cerambicidi, chiama il nostro numero verde

o scrivi alla nostra email: info@glispecialistidelladisinfestazione.com

Un esperto sarà lieto di darti tutte le informazioni necessarie.

A presto!