800 92 61 62

eliminare i tarli dalle travi

Come eliminare i tarli dalle travi: il trattamento a microonde che li elimina per sempre

In questo articolo scoprirai come eliminare i tarli dalle travi. Prima di parlare di questo sistema, però, è importante capire cosa sono i tarli, quando attaccano il legno e quali sono i rimedi inefficaci per combatterli.

Cosa sono i tarli e quando mangiano il legno?

I tarli sono insetti che appartengono al vasto regno dei coleotteri: alcuni di essi vivono lo stadio larvale nelle viscere del legno, nutrendosi della sua essenza, la cellulosa. Questi piccoli predatori sono noti come “xilofagi”.

Le larve minuscole spuntano fuori dalle uova deposte sul legno e iniziano immediatamente a consumarlo; pasto dopo pasto, crescono e mutano di continuo. Con ogni muta, la giovane larva si spoglia della sua cuticola, rivelando una versione sempre più grande di se stessa.

Questo viaggio larvale può durare fino a tre anni, al termine del quale le larve, divenute adulte, si avvicinano alla superficie del legno, dove tessono bozzoli sericei per trasformarsi. All’interno di questi piccoli covi avviene la metamorfosi che le trasforma in adulti. Successivamente, creano un portale di uscita dal legno, fuoriescono dai bozzoli e diventano visibili.

L’attività larvale xilofaga, seguita dallo spuntare fuori degli adulti, lascia due tracce nel legno: gallerie nascoste e buchi visibili. Dalle aperture, cade a terra la rosura, una pioggia sottile di pellet fecali e trucioli legnosi.

La maggior parte dei tarli trascorre la propria vita come larve; soltanto pochi esemplari, infatti, raggiungono la vita adulta. Alcuni non si alimentano affatto (come molti tarli cerambicidi), mentre altri si nutrono di nettare e polline. 

In questa fase, non infliggono danni diretti al legno, ma contribuiscono alla diffusione dell’infestazione. Dotati di ali, compiono brevi voli in cerca di partner e di nuovi luoghi per la deposizione delle uova.

I tarli che si cibano del legno nelle nostre case, dalle travi ai mobili, si dividono in due categorie dimensionali:

  • Tarli piccoli, che creano piccoli buchi di uscita da adulti di diametro inferiore a 0,5 cm; appartengono alla famiglia Ptinidae (generi Oligomerus, Anobium, Nicobium, Xestobium) e Curculionidae (generi Hexarthrum, Pselactus).
  • Tarli grandi, che lasciano buchi di uscita di diametro maggiore o uguale a 1 cm; sono membri della famiglia Cerambycidae (generi Thricoferus, Hylotrupes, ecc…).

Sulle tracce dei tarli: come scovare gli insetti nascosti nelle travi

Qualora sospetti che un tarlo stia intagliando una delle tue travi, devi verificare due aspetti:

1. L’eventuale presenza di fori: Come occhi che spiano dalle ombre, i fori sulla superficie della trave sono il primo indizio. Da questi squarci, cade delicatamente la rosura, una polvere finissima e legnosa, testimone silenzioso di un banchetto nascosto. Fori piccoli e circolari rivelano la presenza di tarli di minore stazza. Fori ampi e irregolari annunciano i tarli più imponenti.

2. Uno strano baccano: Un altro indizio è il rumore del rosicchiamento, un ritmo che rompe il silenzio del giorno e della notte.  Questo è il canto dei tarli più grandi, i cerambicidi, le cui larve possiedono mascelle robuste, capaci di intonare una melodia rumorosa mentre scolpiscono il legno.

In questa fase di indagine, l’intervento di un esperto diventa fondamentale per ottenere un’analisi precisa e attendibile delle tue travi.  La nostra azienda mette a disposizione specialisti capaci di condurre un’accurata ispezione direttamente presso la tua abitazione.

I nostri tecnici usano un dispositivo sofisticato, il DAS (Detector Acoustic System), un vero e proprio stetoscopio per le travi. Questa tecnologia acustica avanzata permette di captare l’attività nascosta dei tarli. 

Il sistema, che unisce una sonda sensibile a un ricevitore, è dotato di led che si illuminano quando rivelano la presenza degli infestanti. Dotato anche di cuffie, il DAS permette all’operatore di ascoltare i suoni segreti catturati. Armato di tale strumento, il nostro tecnico esaminerà tutte le travi di casa tua, dall’antico soffitto al sottotetto nascosto, svelando i segreti che si celano in ogni angolo oscuro.

La verità sui rimedi più comuni per combattere i tarli: quali sono e perché non funzionano

Dando un’occhiata sul web alla ricerca di rimedi della nonna contro i tarli, ci imbattiamo in due metodi popolari che sono del tutto inefficaci: la spennellatura con liquidi antitarlo e la fumigazione fai-da-te.

1. Liquido antitarlo

L’illusione di questo rimedio è che l’insetticida liquido possa immergersi nel legno e raggiungere le larve nascoste. Tuttavia, il legno, con la sua natura idrofoba, respinge i liquidi come un antico scudo. Così, i liquidi antitarlo rimangono in superficie, lasciando indisturbate le larve che festeggiano nel profondo. 

La stessa sorte tocca ad altri prodotti “miracolosi” come ammoniaca, petrolio bianco e gasolio.

2. Camera a gas “artigianale”

Una pratica diffusa è quella di tentare di creare una camera a gas intorno alle travi trattate con liquidi, cercando di sigillarle disperatamente. Tuttavia, come un incantesimo fallito, l’insetticida non penetra nelle gallerie segrete dei tarli

Così, una volta rimossi i sigilli, i tarli, intatti e irraggiungibili, riemergono come fantasmi del passato. Se hai già tentato questa strategia, sai esattamente quali sono i risultati che ottieni.

Ricapitolando, ecco cosa devi EVITARE:

  • Versare sulle travi prodotti antitarlo liquidi, in quanto non riescono a raggiungere le profondità del legno.
  • Cospargere petrolio o sostanze simili sul legno infestato. L’efficacia è un miraggio.
  • Iniettare insetticidi tossici nei “fori di sfarfallamento” sulle travi. I fori sono vie d’uscita, non ingressi, per i tarli (sono già spariti da lì!).
  • Riempire la stanza con bombolette fumiganti o dispositivi auto-eroganti. Queste soluzioni non hanno il potere di penetrare il cuore del legno.

Disinfestazione delle travi: il trattamento a microonde e il gel magico che annientano i tarli

Per la lotta contro i tarli, la nostra azienda, in sinergia con l’ingegno del CNR, ha forgiato un’arma perfetta: il trattamento antitarlo a microonde MICRONWOODSi tratta di una soluzione EFFICACE, ATOSSICA e NON INVASIVA per combattere per sempre ogni infestazione.

MICRONWOOD lancia un fascio di microonde a 2450 Mhz, con una potenza modulabile fino a 2000 Watt. Questo raggio di energia trasforma il legno in un forno che riscalda fino a 65°C, una temperatura che diventa il canto del cigno per gli insetti, ma una carezza per il legno. In pochi secondi per area trattata, gli invasori vengono spazzati via senza lasciare traccia.

Ecco quali sono i vantaggi di MICRONWOOD:

  • Garanzia di risoluzione dell’infestazione al 100%
  • Un intervento completamente atossico, ideale per tutti i casi
  • Un macchinario facile da trasportare, grazie a un trolley elegante e funzionale
  • I sensori certificati, tarati sui confini della legge, garantiscono un trattamento sicuro

Guarda questo video per capire come lavora Micronwood.

Il nostro protocollo di intervento si arricchisce con l’applicazione di un GEL francese, il XilixGel Anti Tarlo, un elisir dalla formula unica.

A differenza degli insetticidi liquidi ordinari, questo GEL ha la capacità di auto-immergersi nel legno, con una forza di penetrazione 5 volte maggiore rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato.

Grazie alla CTB+, la certificazione più prestigiosa, Xilix Gel si posiziona come un guardiano contro le nuove incursioni.

Applicare questo prodotto è come disegnare un sigillo invisibile, un incantesimo che neutralizza all’istante nuove ovo-deposizioni, prevenendo il risorgere dell’infestazione e distruggendo ogni nuova minaccia prima che possa schiudersi.

 

Se i tarli hanno preso d’assalto anche le tue travi in legno…

… contatta subito gli Specialisti dei Tarli: chiamaci adesso al numero verde 800926162 oppure richiedi un PREVENTIVO GRATUITO cliccando qui in basso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guide gratuite

HAI I TARLI CHE
TI TORMENTANO?

Clicca sul bottone qui sotto e scarica GRATIS la nostra GUIDA GRATUITA specifica per i tarli e scopri come eliminare in modo efficace il problema.

Ultimi articoli pubblicati
visti in TV
i nostri canali social